Diagnosi energetica degli edifici

Nell’ambito dei vincoli che la recente Legislazione del Risparmio Energetico ha introdotto occorre ricordare quanto previsto su alcuni importanti punti che riguardano l’obbligo di dotarsi del “attestato di certificazione energetica” e che rapidamente porteranno il patrimonio immobiliare ad avere il documento di “sintesi” che fotografa lo stato dei nostri edifici.

In tale legislazione gioca un ruolo fondamentale il concetto di “diagnosi energetica” che trova spazio sia come documento autonomo (a corredo di importanti contratti quali ad esempio quelli di “servizio energia” o a supporto delle decisioni delle assemblee condominiali) ma che deve sempre accompagnare l’attestato quale seconda parte che contenga le raccomandazioni per il miglioramento del rendimento energetico anche in termini di costi-benefici.

Il ruolo della diagnosi energetica è stranamente sottovalutato nelle discussioni tra esperti nonostante la sua esplicita previsione sia nelle Leggi nazionali che nelle Leggi regionali. Viceversa, se si vuole dare un contributo forte alla riqualificazione energetica del patrimonio immobiliare, ed una concreta attuazione alla Legislazione del Risparmio Energetico, occorre ribadire, l’importanza di tale strumento che è decisamente più elevata per il raggiungimento degli obiettivi di risparmio della stessa classificazione energetica dell’edificio analizzato.

Subscribe to RSS - Diagnosi energetica degli edifici