L'Energia geotermica in sintesi

Macro Argomento: 

Ecco cosa bisogna sapere e fare per installare a casa propria un impianto di climatizzazione geotermico senza avere problemi e per accedere ad una fonte energetica pulita, affidabile e amica dell'ambiente.

• Un impianto di climatizzazione geotermico è realizzabile in qualunque zona, in ogni tipo di terreno, indipendentemente dalla profondità della falda.

• Lo spazio occupato da una pompa di calore è come quello di un frigorifero: si può installare in qualsiasi locale di servizio.

• La gestione di una pompa di calore con sonda geotermica è semplicissima: un unico impianto può gestire il riscaldamento, il raffrescamento e la produzione di acqua calda, il tutto programmabile con grande flessibilità affinché ogni esigenza di riscaldamento sia soddisfatta.

• L'impianto non ha bisogno di integrazioni con altre tecnologie e non necessita di nessun uso del gasolio o del metano per la caldaia, quindi non sono più necessari pericolosi serbatoi.

• Vista la facilità di installazione è adattabile a qualsiasi tipo di edificio: abitazioni, uffici, edifici commerciali, edifici pubblici, centri sportivi. Occorre prevedere la disponibilità del suolo per effettuare la posa in opera degli scambiatori interrati e occorre valutare accuratamente i carichi termici dell’edificio.

• L'utilizzo del condizionamento geotermico, rispetto al tradizionale, permette un risparmio di circa il 60% rispetto alle fonti tradizionali.

• In considerazione dei costi di gestione degli impianti è importante considerare il possibile pagamento di un canone di utilizzo dei liquidi geotermici: questa forma di pagamento dipende dai regolamenti regionali e provinciali e varia di conseguenza.

• Le pompe di calore geotermiche a orientamento rappresentano l'alternativa più economica, facile da installare e diffusa: i sensori geotermici vengono interrati ad una profondità di circa 60 cm senza alterare in alcun modo la natura del terreno del vostro giardino nel quale potrete tranquillamente piantare arbusti e coltivare fiori.

• In determinate condizioni, in particolare per abitazioni nuove, i costi d'investimento per una sonda geotermica verticale sono simili a quelli di un sistema di riscaldamento tradizionale (caldaia a combustibile): le spese di funzionamento annuale sono molto minori (non c'è manutenzione né utilizzo di combustibile ed i COP sono elevati). Il tempo di ritorno dell’investimento dipende strettamente dalla domanda di energia per la climatizzazione: impianti finalizzati sia al riscaldamento che al raffrescamento consentono tempi di ritorno dell’investimento più brevi.

• L'iter autorizzativo per gli scavi è di competenza variabile a seconda delle Regioni.