Glossario

cerca per termine
A (12) | B (6) | C (32) | D (4) | E (22) | F (5) | G (7) | I (9) | J (1) | L (1) | M (5) | O (3) | P (13) | R (5) | S (14) | T (5) | V (1) | W (1)
Termine Descrizione
Ecosistema

In ecologia, sistema formato dall'insieme degli organismi vegetali e animali che popolano un dato luogo (componente biotica o biocenosi) e dai fattori ambientali (componente abiotica o biotopo). L’ecosistema si considera l’unità fondamentale dei sistemi ecologici e ne rappresenta il primo livello gerarchico, in cui si verifica l’interazione tra fattori abiotici e biotici

Edificio

E’ un sistema costituito dalle strutture edilizie esterne che delimitano uno spazio di volume definito, dalle strutture interne che ripartiscono detto volume e da tutti gli impianti e dispositivi tecnologici che si trovano stabilmente al suo interno

Effetto ambientale

E’ qualsiasi effetto diretto o indiretto delle attività di un'organizzazione sull'ambiente, sia avverso o favorevole. Un effetto ambientale è la conseguenza di un intervento ambientale all'interno di un sistema ambientale.

Effetto serra

E’ il riscaldamento progressivo e graduale della temperatura della superficie terrestre e dell’atmosfera della terra, causato dall'effetto schermante dei gas serra (anidride carbonica ed altri gas) rispetto alla radiazione termica riemessa dalla superficie terrestre. L'effetto serra altera il modo con cui il clima terrestre si mantiene in equilibrio fra energia in entrata (solare) e quella in uscita (radiazione terrestre), permettendo che la radiazione ad onde corte proveniente dal sole penetri per scaldare la terra, ma impedendo la risultante radiazione ad onda lunga di fuoriuscire, a temperatura terrestre inalterata, nuovamente verso l'atmosfera..

Efficienza (%)

Efficienza o rendimento è il rapporto tra la potenza (o l'energia) in uscita e la potenza (o l'energia) in ingresso di un determinato dispositivo. Una lampadina efficiente, per esempio, usa la maggior parte dell'energia elettrica in entrata per produrre luce (e non calore). (ENEA)

Efficienza dei combustibili

E’ la quantità di lavoro ottenuta per quantità di combustibile usata.

Efficienza di conversione (%)

Rapporto tra l'energia elettrica prodotta e l'energia solare raccolta da un dispositivo fotovoltaico.

Efficienza energetica

E’ la quantità di combustibile necessaria per mantenere un determinato livello di produzione o di consumo, in un'impresa industriale o domestica. Misure di efficienza energetica sono progettate per ridurre la quantità di combustibile consumata, sia attraverso un maggiore isolamento, sia attraverso meno sprechi, o attraverso efficienze di tipo meccanico, senza perdere né il valore del prodotto né quello del processo. Migliorare il rendimento energetico è uno dei mezzi tecnologici per ridurre le emissioni di gas serra senza aumentare i costi di produzione.

Emissione

E’ il rilascio di una sostanza -solitamente un gas- nell'atmosfera.

Energia cinetica

L’energia cinetica è l’energia che i corpi possiedono per effetto del loro movimento. Tutti i corpi possiedono energia cinetica. L'acqua che scorre possiede energia cinetica, il suo movimento può essere trasmesso alle pale di un mulino. L'energia cinetica posseduta dal vento può essere utilizzata per la navigazione a vela, per azionare le pale di un mulino a vento o azionare gli aeromotori delle centrali eoliche. L'energia cinetica del vapore acqueo ad alta pressione mette in azione le macchine a vapore o le turbine nelle centrali termoelettiche.

Energia eolica

È l'energia meccanica presente nel vento e che può essere sfruttata, come nei vecchi mulini, per produrre energia meccanica o elettrica. Le pale delle macchine eoliche vengono messe in rotazione dal movimento dell'aria. L’energia così ottenuta può azionare generatori elettrici o macchine operatrici. (Agenzia Energia e Ambiente Torino) La produzione di energia elettrica attraverso generatori eolici esclude l'utilizzo di qualsiasi combustibile, quindi azzera le emissioni in atmosfera di gas a effetto serra e di altri inquinanti. (Agenzia Energia e Ambiente Torino)

Energia geotermica

E’ il calore generato dai processi naturali che si svolgono all'interno della terra. Il calore della crosta terrestre può essere utilizzato per applicazioni bassa temperatura (pompe di calore geotermiche) o in applicazioni ad alta temperatura (acqua in pressione o vapore acqueo) che sfruttano, dove presenti, le risorse idriche citate per per la conversione meccanica ed elettrica.

Energia idraulica

Forma di energia ottenuta mediante la caduta dell’acqua attraverso un dislivello, è una risorsa naturale, disponibile ovunque esista un considerevole flusso costante d’acqua. Attualmente lo sfruttamento dell’energia idraulica richiede costruzioni estese che includono bacini artificiali, dighe, canali di derivazione, e l’installazione di grandi turbine e di generatori elettrici.

Energia meccanica

L’energia meccanica si presenta in 3 forme: Energia potenziale, energia cinetica e energia elastica. L’energia potenziale è un tipo particolare di energia posseduta dai corpi che, grazie alla forza di gravità, possono cadere da un punto più alto a uno più basso. Per esempio l’acqua contenuta in un bacino di una diga possiede energia potenziale, quando l’acqua scende verso il basso l’energia potenziala si trasforma in energia cinetica. Questa energia può essere trasformata in energia elettrica mediante una turbina nelle centrali elettriche. L’energia cinetica è l’energia che i corpi possiedono per effetto del loro movimento. energia elastica è posseduta dai corpi elastici, cioè da quei corpi solidi che sono soggetti a deformazioni temporanee, è una forma di energia potenziale accumulata da un oggetto che viene teso e che rilascia sotto forma di energia cinetica.

Energia nucleare

L'energia nucleare è una fonte energetica prodotta attraverso il bombardamento dell'uranio con neutroni. Il nucleo dell'uranio si divide in due nuclei più piccoli tramite un processo detto di 'fissione nucleare' durante il quale si genera energia e altri neutroni che, a loro volta, continueranno a far dividere i nuclei di uranio dando luogo alla famosa 'reazione a catena nucleare'. Durante questo processo viene emessa radioattività ad alta intensità. Gli oggetti e i metalli esposti alle radiazioni diventano essi stessi radioattivi, ossia scorie radioattive. (Agenzia Energia e Ambiente Torino)

Energia rinnovabile

E’ l'energia proveniente da sorgenti che non sono esauribili: sole, vento, acqua, suolo, biomassa, ecc. Si parla dunque di: energia solare, eolica, idraulica, geotermica, ecc.

Energia solare

Gli impianti fotovoltaici sono costituiti da pannelli piani (moduli fotovoltaici) o da films sottili di forma qualsiasi, in grado di captare i raggi del sole e convertirli in energia elettrica, sfruttando le proprietà di alcuni materiali semiconduttori (fra cui il silicio) che, opportunamente trattati e collegati, producono elettricità se colpiti dalla radiazione solare. Si può utilizzare un tetto, o comunque una superficie ben esposta verso sud (la posizione del sole a mezzogiorno). La durata utile di un impianto fotovoltaico è in media di 25 anni. La produzione di energia elettrica attraverso generatori fotovoltaici esclude l'utilizzo di qualsiasi combustibile, quindi azzera le emissioni in atmosfera di gas a effetto serra e di altri inquinanti.

Energia termica

L'energia termica è la forza del calore. Nessun essere vivente può sopravvivere senza calore. Il calore è importante anche per la produzione di elettricità. Per ricavare elettricità dal calore è necessario un materiale combustibile. La produzione di elettricità da combustibili fossili (petrolio, gas naturale, carbone) non è rinnovabile, dato che le riserve di combustibile sono limitate. Si può però ricavare energia termica anche da altre fonti di calore, e cioè dalle fonti energetiche rinnovabili come il calore terrestre e quello solare oppure attraverso l'utilizzo dell'energia nucleare. (Da alternativenergetiche.forumcommunity)

Entalpia

L’entalpia è una funzione di stato di un sistema ed esprime la quantità di energia che esso può scambiare con l'ambiente. Ad esempio, in una reazione chimica, l'entalpia scambiata dal sistema consiste nel calore assorbito o rilasciato nel corso della reazione. In un passaggio di stato, come la trasformazione di una sostanza dalla sua forma liquida a quella gassosa, l'entalpia del sistema è il calore latente di evaporazione. In un semplice processo di variazione della temperatura, l'entalpia scambiata dal sistema per variazioni unitarie di temperatura è data dalla capacità termica a pressione costante. h è l’entalpia specifica, e l’unità di misura adottata nel Sistema Internazionale è il joule su chilogrammo.

ESCO

Le ESCO energy services companies o società di servizi energetici, sono soggetti specializzati nell'effettuare interventi nel settore dell'efficienza energetica, hanno come principale obiettivo quello di ottenere un risparmio attraverso il miglioramento dell’efficienza energetica per conto della propria clientela utente di energia. La peculiarità dell’intervento della E.S.Co risiede nel fatto che gli interventi tecnici per ottenere risparmi energetici sono effettuati mediante investimenti sostenuti dalle stesse società e non dal cliente. Le E.S.Co si remunerano, poi, con una quota del risparmio effettivamente conseguito grazie all’intervento, per far ciò gestiscono sia la progettazione/costruzione, sia la manutenzione per la durata del contratto (compresa usualmente fra i cinque ed i dieci anni).

Esposizione

E’ il processo in cui un soggetto è esposto in maniera continuativa all’azione di un agente inquinante chimico o fisico.

Etanolo

E’ etile-alcool, un alcool volatile che contiene due gruppi di carbonio. Come combustibile, l'etanolo è prodotto tramite fermentazione di cereali o di altri prodotti vegetali.